Abbiamo appena celebrato la Giornata della Memoria, molti di noi, figli di deportati, sono andati nelle scuole a raccontare gli orrori del nazismo nei campi di sterminio ed hanno cercato di far comprendere ai ragazzi le cause che hanno portato al terribile genocidio di ebrei e alle crudeltà inaudite su oppositori politici, zingari, handicappati e testimoni di Geova,davanti a platee attente e vigili, abbiamo risposto alle domande che vi venivano rivolte.

La domanda di un ragazzo di tredici anni di una scuola media milanese mi ha veramente sorpreso e mi ha fatto riflettere: lo scolaro chiedeva per quale motivo se la Germania aveva cominciato a costruire i campi di sterminio a partire dal 1933, i Paese europei li avevano scoperti solo nel 1945 a seguito della loro liberazione.
La Shoah dei nostri giorni viene dal mare

L'indifferenza del mondo 

L'indifferenza nei confronti di quello che stava realizzando la Germania, è costata